Il cammino della vita

Mi sono ritrovata nel mezzo di qualche luogo ma non era sulla Terra, e mi hanno mostrato 2 specie di grotte con dei sentieri in ogni grotta…. tutto era luce fuori ma dentro non vedevo niente, stavo davanti a queste grotte. Un bellissimo angelo alla mia destra ha incominciato a darmi questo messaggio per tutti “” Sorelle, e fratelli, non sempre il cammino più corto vi farà raggiungere l’evoluzione e quello che vi siete prefissati. Si deve scegliere il cammino secondo quello che la tua anima ti insuffla attraverso il sesto senso, attraverso delle emozioni. Quando si sceglie un cammino con l’apertura del cuore, la gioia e la pace, anche se esso ti puo sempbrare più lungo e pieno di prove o di ostacoli, ricordati che questi sentimenti che provi ti aiuteranno a farti passare ovunque e raggiungerai l’oggettivo prefisso. Quando invece si tende a scegliere un sentiero o una strada, più corta, più opulenta e ricca, almeno all’inizio può sembrarti così, ma piano piano che lo stai camminando ti accorgerai che tutte le prove e le cose che si trovano in esso, non ti portano minimamente la gioia, la pace e l’amore che la tua anima vuole vivere. Una sola volta, prima di reincarnti, la tua anima ha scelto quello che desiderava vivere e il cammino esatto per farlo, però poi trovandosi nella densità l’anima viene sempre messa di fronte ad un altro cammino che l’ego gli sussurra in continuazione. Così voi create dei sentieri secondari al primo, e con conseguenze di altre prove e ostacoli. Ma ricordatevi che uno solo è il cammino che porterà all’evoluzione del vostro Karma, ed è quello attraverso la scelta dell’anima. QUando vi trovate di fronte ad una scelta di vita, di lavoro, di salute, ricordati che nessuno puo scegliere per te, ma è il tuo Se Superiore che ti consiglia di andare verso quel cammino o meno. E troppe volte la maggior parte di voi è cieca e sorda per scegliere il cammino che è meno luccicante al momento , per scegliere invece quel cammino che a prima vista sembra più ricco, e interessante, ma che alla fine si dimostra aspro, secco di sentimenti divini quali siete, e quindi vi ferma nell’evoluzione. Fratelli, sorelle, io vi imploro di scegliere solo e sempre con il cuore e non con gli occhi fisici, ciò che scegliete anche se a volte è difficile la decisione, alla fine sarete sempre ricompensati per l’amore e il lavoro accompiuto. Non c’è pace in quei cuori che approfittano e giudicano, non c’è amore in quei cuori che diventano aridi nel donare e nel non fermarsi a guardare i loro fratelli più deboli, non c’è luce in coloro che non vogliono sentire e neanche vedere…. Riflettete su questo…. Grazie sorella””

28 maggio 2108

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.